17 gennaio 2017

A Milano si parte con le gare per la distribuzione

La distribuzione gas nell'ambito Milano 1 vale 1.4 miliardi di euro diviso su 838mila clienti, che oggi sono di A2A.

E presto potrebbero essere invece di 2i Rete Gas, una società controllata dal colosso F2i, che sta biddando contro A2A per aggiudicarsi l'ambito. Le buste si aprono il 27 febbraio.

Sarà molto spiacevole per A2A perdersi quel miliardino di fatturato. A2A è oggi il quarto operatore nazionale con una quota del 5.6%, mentre 2i ha il 17.5%.

Oggi in Italia c'è ben poca roba che rende. Chiunque può, cerca di investire nelle infrastrutture regolate, che danno sempre quel 5-6% di interessi, appunto regolamentato dall'Autorità in questione. Visto però che si tratta di temi complessi e delicati è più probabile che sono i grossi autofinanziatori come Italgas e F2i a prendersi le nuove fette di mercato messe all'asta. Questi non hanno il problema di dover rientrare nell'investimento entro i 12 anni che passano prima della prossima gara. Vedremo quanti player rimarranno sul mercato distribuzione.

Il dollaro tenta il livello di breakout

Il dollaro sta tentando il supporto intorno a 100, ovvero il livello di breakout, che aveva tentato due volte nel 2015 e poi in novembre 2016. Se fallisce li, ci sarà un grandissimo squeeze di tutti i bull del dollaro.


E sopratutto se fallisce li, l'oro avrebbe altra legna da ardere.

Ma io mi sbaglio di solito sul dollaro, e chissà se la BCE e i giapponesi non tirano fuori altro QE dalla manica, facendo risalire il dollaro.

xx

15 gennaio 2017

Oil: tracking satellitare

Molto interessante l'articolo FT su come alcune aziende tracciano il petrolio prodotto.

Cioè usano dati satellitari non solo per seguire le navi petrolifere in giro per le navi, ma evidentemente anche per misurare l'opera morta, deducendo così quanto petrolio hanno effettivamente in carico.

Pare che i primi dati per gennaio dava quel -10% promesso da OPEC, ma che dal 12 gen in poi i dati hanno invertito il trend e che il petrolio in transito farebbe pensare a una produzione pari a quella di ottobre.

Nel 2010 quando ho iniziato il blog, questo tipo di tracking si faceva in modo fisico, ovvero le aziende tracker avevano staff (aka "spie") nei porti che annotavno sul foglio excel dove si trovava la linea di galleggiamento. 

vedremo.

Biotech / OFF

Mi è arrivata via mail una domanda sul settore Biotech, e XBI in particolare. La domanda era di natura analisi tecnica, ma la mia risposta è di natura fondamentale.

Io per ora ho abbandonato il settore e potrei forse rientrarci solo se IBB, XBI ecc raggiungono livelli estremamente oversold.

Trump odia o fa finta di odiare, tutti gli esperti e academici, e quelli del settore farmaceutico/biotech in particolare. Non importa quindi in questo momento che io considero il biotech il settore del futuro, direi che attacchi da parte del presidente americano pesano di più sul settore.

da yahoo:
President-elect Donald Trump said at a news conference that the pharmaceuticals industry is “getting away with murder,” and vowed the U.S. government would ”start bidding” on drug costs.
XBI ha il vantaggio su IBB in quanto il suo corridoio di trading almeno dimostra pendenza positiva, nonostante questo i suoi ultimi tre massimi sono sempre più bassi. Il MACD è malapena riuscito a salire sopra lo zero. Temo che al prossimo test del pavimento potrebbe rompere ingiù, visto la totale assenza di sostegno politico in questo momento.

12 gennaio 2017

Forecast prezzo del petrolio di gente del settore


Con ca altre mille persone ho partecipato al poll di John Kemp, analista e giornalista Reuters, per quanto riguarda il prezzo futuro del petrolio.

Per il 2017 ho usato il mio forecasting di 58 dollari. Per gli anni più lontani sulla curva ho usato la mia palla di cristallo.

Ecco cosa abbiamo risposto, e si vede che sul 2017 sono ben allineata con tutti gli altri indovinatori. 



Rig count e produttività

Molto carino il grafico FT che rubo e rifaccio.

 Praticamente fa vedere che la produttività shale è aumentata esponenzialmente, permettendo la produzione di rimanere allo stesso livello del 2014 ma tagliando il numero dei rig del 70%



Oro tenta 1200

Oggi, il primo tentativo di raggiungere i $1200 dal 22 novembre.



Ovviamente i giornalisti di finanza stanno cercando una spiegazione che non c'entri con i cicli di mercato o la psicologia dei trader, e quindi danno la colpa a Trump, invece per esempio al ciclo del dollaro, che oggi ha dimostrato un bel po di momentum verso il basso:

'
A questo punto dipende decisamente da come si comporta l'euro. Draghi non vorrebbe stampare, ma se il dollaro continua giù, l'euro si rinforza troppo.




11 gennaio 2017

I cinesi guidano male.

Stupefacente il numero di morti sulle strade cinesi. Nel 2015 erano 261mila persone che ci hanno lasciato la pelle, una "Verona" intera.

Morti per 100mila sono solo 18.8, tre volte l'Italia con 6.1, ma comunque ca la metà della Thailandia con 36.2.

In dieci anni sarebbero 2.6 milioni, quasi il numero dei residenti a Roma, oi il doppio degli abitanti di Milano.

Ma tra il 2015 e il 2016 i cinesi sono aumentati di 6 milioni di persone, quindi per ora niente panico.

10 gennaio 2017

L'economia del matrimonio gay

Secondo l'antropologo e  medico Leonard Shlain il numero per l'omosessualità maschile è l'8%.

Pare che anche daltonismo, mancinismo e l'alopecia precoce (quei ragazzi che cominciano a perderli già al liceo) siano rappresentati al'8% nelle nostre società. Ognuno di questi tratti aumenta la capacità di un gruppo di uomini cacciatiori ad abbattere il mammut, ma ne bastava uno o due in ogni tribù per avere questo vantaggio. Averne di più rappresentava un handicap e così questi tratti non-normali non hanno mai superato l'8%.

9 gennaio 2017

Meditazione su metodo statistico

Ho trovato questo, di JV Cunningham, poeta americano morto nel 1985:
 
Plato, despair!
We prove by norms
How numbers bear
Empiric forms,

How random wrong
Will average right
If time be long
And error slight,

But in our hearts
Hyperbole
Curves and departs
To infinity.

Error is boundless.
Nor hope nor doubt,
Though both be groundless,
Will average out.
 
 
Per il cuore econometrico.

Quante sono le proved reserves di Saudi Aramco?

Secondo il FT Saudi Aramco sta lavorando sodo per separare tutte le attività governative da quelle pure oil per riuscire a fare il listing nel 2018 o giù di li.

Non possono listarla negli Stati Uniti come vorrebbero, visto le leggi post 11/9 che danno il diritto ai parenti delle vittime di querelare citadini sauditi, quindi sarà Londra o Asia.

Secondo le fonti saudite, l'azienda varrebbe così unbundelata $2tn, o più di Apple, Microsoft, Facebook, Amazon e Exxon insieme.




8 gennaio 2017

Debito pubblico pro capite

Di quanto è indebitato lo stato pro capite?

Italia: debito 2.223.770.000.000 € (ottobre 2016) ; popolazione  60.650.000 (1 gen 2016) => debito pro capite = 36.666 €.

Svezia: debito 1.343.324.188.107 SEK (in questo momento);  popolazione 9.967.274 (ottobre 2016) => debito pro capite = 134.773 SEK = 14.000 €. 

USA: debito 20.000.000.000.000 $ (quasi); popolazione 324.348.000 (ora) => debito pro capite = 61.662$ = 58.555 €


Più siamo socievoli (al femminile) e meglio vivono i figli

Divertente questo paper del 2009 sull'importanza della socievolezza delle babuane per la sopravvivenza dei figli.

Si sapeva già da una trentina d'anni che più è socievole la mamma primata e più alta è la probabilità che sopravvivino i figli = "fitness benefits", ma nel paper del 2009 viene effettivamente dimostrato l'importanza dei legami tra le femmine.


In a group of free-ranging baboons, Papio cynocephalus ursinus, the offspring of females who formed strong social bonds with other females lived significantly longer than the offspring of females who formed weaker social bonds.
... These benefits persisted into offspring adulthood, were unrelated to female dominance
rank and increased quantitatively with the strength of a female’s social bonds.


Come se non lo sapessi già. Più tempo passo con le amiche e più diventano forti i ragazzi. Come si formano questi legami forti tra donne? Inizialmente chiacchierando, poi dimostrando interesse, prendendo parte nei problemi quotidiani, offrendo assistenza reciproca, sapere che si è presenti dovesse esserci bisogno.

6 gennaio 2017

Stress causa aumento delle femmine

Effettivamente sembra che genitori stressati fanno nascere femmine, per continuare sul tema demografico.

Ecco l'articolo che cita un paper danese del 1999. Eventi traumatizzanti abbassano il numero dei maschi a 49%, dai ca 51% normali.

In Scozia questo è uin problema, soprattutto nelle zone industriali. Ma loro danno la colpa all'inquinamento.

In genere sembra che gente felice fa figli maschi, anche a scala macro. La coppa del mondo in Sudafrica nel 2010 ha creato un boom di nuovi maschietti, mentre la morte di Diana ha fatto nascere femmine in Inghilterra. E nei paesi mediterranei europei nascono più maschi rispetto ai paesi nordici.

Le figlie femmine fanno divorziare?

Una ricerca un po' datata (del 2003, di Gordon Dahl e Enrico Moretti) ma fatta su 3 milioni di coppie statunitensi, ha dimostrato che se ci sono figlie femmine in famiglia il rischio di un divorzio è di 5% più alto rispetto alla famiglia dove il figlio o i figli sono maschi.  E più figlie ci sono, e più alto è il rischio di divorzio. Con tre figlie, il rischio aumenta a 10%.

Ci sono arrivata tramite l'articolo dell'economista Landsburg su Slate.com , che è convinto che si tratta di una preferenza per maschi da parte di entrambi i genitori, dimostrato anche dal fatto che
  1. genitori non sposati, se durante l'ecografia viene fuori che si tratta di una femmina, sono meno propensi a sposarsi
  2. coppie con una figlia cercano di avere un secondo figlio (maschio) in più casi rispetto alla coppia con un figlio maschio, che invece si accontentano
  3. per una donna separata con figlia è meno probabile che si risposi rispetto a una donna con un figlio maschio
  4. una famiglia con figli maschi ha un motivo economico per non divorziare visto che più forte è la famiglia socialmente e più è probabile che i maschi generano progenie, mentre questo punto è meno importante o addirittura invertito, per le femmine.