Osservamondo

8 marzo 2017

WTI: finalmente si muove

Anche il petrolio è stato raggiunto dalla realtà, perdendo 2.5$ in un giorno arrivando a toccare i magici 50:


I motivi sarebbero gli stock statunitensi che continuano a crescere, ormai nove settimane di fila di aumenti, e questo è evidentemente più importante dei tanto chiacchierati commitment ai tagli di tutto il mondo OPEC-nonOPEC ex-USA.

Le oil companies, in forma di ERX, stanno perdendo terreno da prima della metà di dicembre, quindi già da tre mesi.

Nessun commento:

Posta un commento